Olio di soia: uno degli ingredienti più nocivi negli alimenti industriali

Due degli ingredienti più dannosi negli alimenti trasformati sono sciroppo di fruttosio e olio di soia, parzialmente idrogenato, biologico, o da nuove varietà di soia modificate in modo tale da non richiedere idrogenazione.

Grassi completamente innaturali creati artificialmente attraverso la parziale idrogenazione causano disfunzioni e caos nelle cellule del corpo umano, e numerosi studi hanno collegato i grassi trans a problemi di salute che vanno dall’obesità e diabete, a problemi riproduttivi e malattie cardiache.

Oltre ai rischi per la salute connessi ai grassi trans creati dal processo di idrogenazione parziale, l’olio di soia non è, di per sé, un olio sano.

Aggiungete a ciò il fatto che la maggior parte della soia coltivata è geneticamente modificata, e di conseguenza satura di livelli pericolosi di glifosato, un erbicida che può provocare gravi conseguenze per la salute e per di più, non esistono studi a lungo termine sulla sicurezza.

L’olio di soia OGM parzialmente idrogenato diventa in assoluto uno dei peggiori oli che si possano consumare.

La soia OGM contiene livelli di residui dell’erbicida Roundup della Monsanto (glifosato). fino a 17 mg / kg (!). Si sono verificate malformazioni nelle rane e negli embrioni di pollo a poco più di 2 mg / kg.

Soyinfocenter.com


Harvard, Trans fats