L’insulina, non il colesterolo, è il vero colpevole delle malattie cardiache

Circa l’80 per cento del colesterolo presente nel corpo è prodotto internamente, principalmente dal fegato. Il restante 20 per cento proviene dalla dieta. Se si consuma meno, il corpo compenserà producendone di più, e viceversa.

Di per sé, il colesterolo totale e l’LDL sono predittori praticamente inutili per le malattie cardiovascolari. Tuttavia, l’LDL elevato può essere un buon indicatore di insulino-resistenza.

L’evidenza suggerisce che un elevato colesterolo totale ed LDL in eccesso sono insignificanti quando si cerca di determinare il rischio di malattie cardiache. Il miglior predittore più importante è la sensibilità insulinica.

Low Carb USA Keto Getaway