Vai col tuo intestino

Poiché il 70-80% del sistema immunitario risiede nel tratto gastrointestinale, l’ottimizzazione del microbioma intestinale è una ricerca utile che avrà effetti di vasta portata sulla salute fisica e sul benessere emotivo.

Un primo passo fondamentale verso il bilanciamento della flora intestinale è eliminare lo zucchero dalla dieta, in particolare gli zuccheri presenti negli alimenti trasformati.

Mangiare cibi fermentati come kefir, kimchi e crauti, oltre a consumare cibi prebiotici come aglio, porri e cipolle, può aiutare a creare un ambiente ottimale per i batteri benefici dell’intestino, riducendo al contempo batteri, funghi e lieviti che causano malattie.

Assumere un integratore probiotico o sporebiotico può anche essere utile, specialmente durante e dopo il trattamento antibiotico, perché aiuta a ripristinare e promuovere la flora intestinale sana.

I batteri intestinali possono influenzare il comportamento e l’espressione genica e hanno anche dimostrato di avere un ruolo nei confronti dell’autismo, del diabete e dell’obesità.

Frontiers of Behavioral Neuroscience, January 10, 2017

Medical News Today, February 27, 2017

Healthline June 8, 2016

Monash University, FAQs for the High Fiber, High Prebiotic Diet