A cosa serve la cannella?

Il profumo dolce e legnoso della cannella è noto da quasi l’inizio dei tempi come una delle fragranze più calde e rilassanti del pianeta. Derivato dalla corteccia bruna di alberi di cannella e originario dello Sri Lanka, è stato usato per millenni come una spezia, una medicina e un prodotto commerciale estremamente prezioso. I libri di botanica cinesi lo menzionavano già nel 2700 a.C., e i riferimenti biblici sono numerosi.

Ne esistono due tipi: la cannella di Ceylon, prodotta in Sri Lanka, India, Madagascar, Brasile e Caraibi, e la cassia alla cannella, proveniente principalmente da Cina, Vietnam e Indonesia.

La cannella è usata solitamente in forma di polvere di bastone o macinata. In ogni caso, il modo migliore per conservare la sua freschezza è conservarla in un contenitore di vetro in un luogo fresco e buio (il frigorifero funziona).

La cannella è un ingrediente popolare nelle ricette e aggiunge un sapore leggermente piccante a numerosi piatti.

Benefici per la salute della cannella

La cannella fornisce elevate quantità di calcio e fibre. Un cucchiaino fornisce un enorme 22% del valore giornaliero consigliato in manganese.

Cosa fa il manganese per te? Molto, in realtà. Il manganese è un minerale traccia che aiuta il corpo a formare ossa forti, tessuti connettivi e ormoni sessuali e coagula correttamente il sangue. Aiuta a metabolizzare grassi e carboidrati, a regolare lo zucchero nel sangue, ad assorbire il calcio ed è essenziale per il funzionamento ottimale del cervello e dei nervi. Come se ciò non bastasse, è anche un componente dell’enzima antiossidante superossido-dismutasi, che aiuta a neutralizzare i radicali liberi che possono danneggiare le membrane cellulari e il DNA. Livelli corretti di manganese sono stati collegati alla prevenzione del diabete, dell’artrite, dell’epilessia e persino della sindrome premestruale.

Valutando alcuni altri benefici, gli oli contenuti nella cannella gli conferiscono tre distinti benefici per la salute: cinnamaldeide, cinnamil acetato e cinnamil alcol. Le piastrine aiutano a coagulare il sangue per evitare che il sangue scorra troppo liberamente quando si verifica una lesione, ma la cinnamaldeide aiuta a evitare che si coaguli troppo.

Un altro vantaggio è la sua attività antimicrobica. Quando i ricercatori hanno testato gli effetti di poche gocce di olio di cannella su tre once di brodo di carota refrigerato, la crescita del Bacillus cereus patogeno di origine alimentare è stata inibita per 60 giorni. Ma il B. cereus fiorì nella stessa quantità di brodo di carote senza la cannella, nonostante la refrigerazione. Questo effetto antimicrobico era noto agli antichi egizi, che utilizzavano la cannella nei loro processi di mummificazione.

Basta annusare la cannella o masticare la cannella alla cannella è sufficiente per aumentare l’attività cerebrale, secondo un altro studio. In effetti, i punteggi dei test erano più alti, e la memoria, il riconoscimento visivo e la velocità motoria erano notevolmente migliorati negli individui che hanno preso la cannella.

Fatti nutrizionali della cannella

Dimensione della dose: 3,5 once (100 grammi), macinato

Calorie 19
Calorie da 1
Grassi Totali 0 g 0%
Saturi 0 g 0%
Trans
Colesterolo 0 mg 0%
Sodio 1 mg 0%
Carboidrati Totali 6 g 2%
Fibra 4 g 16%
Sugar 0 g
Proteine 0 g
Vitamina A

0%

Vitamina C 0%
Calcio

8%

Ferro 4%

Studi Fatti sulla Cannella

Uno studio ha osservato che mentre la cannella riduce la concentrazione di glucosio nel sangue e migliora la sensibilità all’insulina negli adulti con peso normale, i soggetti obesi invece, soffrono di insulino-resistenza, il che si traduce in un aumento del glucosio nel sangue e dei livelli di insulina post-prandiale. Per confrontare i cali nella risposta glicemica postprandiale, 30 persone di entrambi i tipi hanno mangiato una tazza di cereale istantaneo di farina, metà dei quali con sei grammi di cannella macinata aggiunta e l’altra metà senza. I livelli di glucosio nel sangue sono stati misurati a diversi intervalli, da 15 minuti a due ore.

L’aggiunta di cannella al cereale ha comportato una significativa riduzione dei livelli di glucosio nel sangue nel primo gruppo, rispetto al secondo. I ricercatori hanno concluso che la cannella può essere efficace nel moderare la risposta al glucosio postprandiale negli adulti normopeso e obesi 1

Gli scienziati hanno anche riferito che la cannella potrebbe essere usata come un potente farmaco chemiopreventivo nel cancro cervicale. La cannella è stata notata come una delle medicine a base di erbe più utilizzate che hanno diverse attività biologiche, come la crescita tumorale inibita. Il rapporto concludeva che l’estratto di cannella induceva l’apoptosi (morte) nelle cellule del cancro cervicale. 2

1 http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23102179, Nov. 2012

2 http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20482751, Nov. 2012