5G – Tecnologia Contro Umanità

Riassunto

  • · • Il 5G si basa principalmente sull’ampiezza di banda dell’onda millimetrica, nota per provocare una dolorosa sensazione di bruciore. È stato anche collegato a problemi agli occhi e al cuore, alla funzione immunitaria soppressa, al danno genetico e ai problemi di fertilità
  • · • FCC ammette che non sono stati condotti o finanziati studi sulla sicurezza 5G da parte dell’agenzia o dell’industria delle telecomunicazioni e che nessuno è pianificato

• La FCC è stata inglobata dall’industria delle telecomunicazioni, che a sua volta ha perfezionato le strategie di disinformazione adottate dall’industria del tabacco prima di adesso

• Le esposizioni persistenti alle frequenze delle microonde come quelle dei telefoni cellulari possono causare la disfunzione mitocondriale e il danno al DNA nucleare da radicali liberi prodotti da perossinitrito

• Esposizioni eccessive a telefoni cellulari e reti Wi-Fi sono state collegate a malattie croniche come aritmie cardiache, ansia, depressione, autismo, morbo di Alzheimer e infertilità

L’esposizione ai campi elettromagnetici (EMF) e alle radiazioni da radiofrequenza (RF) è per la salute un rischio in continua crescita nel mondo moderno. Il sito web della Task Force del telefono cellulare1 contiene un lungo elenco di governi e organizzazioni che hanno emesso avvisi o tecnologie wireless vietate di vario tipo e in varie circostanze, a partire dal 1993.

E’ presente anche un lungo elenco di organizzazioni che rappresentano medici e scienziati, tra cui un appello per la protezione dall’esposizione EMS non ionizzante da più di 230 scienziati EMF internazionali alle Nazioni Unite nel 2015, che osserva che: 2

“Numerose pubblicazioni scientifiche recenti hanno dimostrato che l’EMF colpisce gli organismi viventi a livelli ben al di sotto della maggior parte delle linee guida internazionali e nazionali.

Gli effetti includono aumento del rischio di cancro, stress cellulare, aumento dei radicali liberi dannosi, danni genetici, cambiamenti strutturali e funzionali del sistema riproduttivo, 3,4,5 deficit di apprendimento e memoria, disturbi neurologici e impatti negativi sul benessere generale negli esseri umani . I danni vanno ben oltre la razza umana, poiché vi sono prove crescenti di effetti dannosi per la vita vegetale e animale “.

Una richiesta di moratoria sulla 5G è stata emessa in particolare nel settembre 2017 da più di 180 scienziati e medici provenienti da 35 paesi, 6,7 “fino a quando i potenziali rischi per la salute umana e l’ambiente non saranno completamente studiati da scienziati indipendenti dall’industria” sottolineando che “RF-EMF hanno dimostrato di essere dannosi per l’uomo e l’ambiente” e che “il 5G aumenterà sostanzialmente l’esposizione ai campi elettromagnetici a radiofrequenza (RF-EMF) sopra i 2G, 3G, 4G, Wi-Fi, ecc. per le telecomunicazioni già in essere.

In un articolo8 sul sito Web di Environmental Health Trust, Ronald Powell, Ph.D., scienziato di fisica applicata di Harvard, osserva: “Non c’è alcun MODO SICURO per implementare il 5G nelle nostre comunità, piuttosto ci sono solo” cattive vie “e” modi peggiori “e piuttosto che discutere su chi dovrebbe avere il controllo sulla sua diffusione, dovremmo concentrarci sulla prevenzione del suo impiego.

Le preoccupazioni per la salute col 5G abbondano

La rivista Fortune 9, riporta che l’analista di Wall Street, Sunil Rajgopal, ha recentemente ammonito che le crescenti preoccupazioni per la salute potrebbero ritardare l’implementazione. Alcuni paesi hanno già adottato misure per rallentare l’implementazione 5G a causa di rischi per la salute, osserva Rajgopal. La domanda è, si può fermare?

Recentemente il test 5G è stato interrotto a Bruxelles, in Belgio10, e la Svizzera sta ritardando il lancio del 5G per creare un sistema per monitorare le radiazioni11. Syracuse, New York, sta anche tentando di creare alcune garanzie e ha “negoziato il diritto di condurre ispezioni di sicurezza delle antenne 5G, su richiesta “per placare le preoccupazioni del pubblico 12. Secondo Forbes: 13

“Nel New Hampshire, i legislatori stanno pensando di istituire una commissione per studiare l’impatto sulla salute delle reti 5G e Mill Valley, California, vicino a San Francisco, l’anno scorso ha vietato le nuove celle wireless 5G”.

Molte altre aree, tuttavia, hanno scelto di affidarsi alla Federal Communications Commission e all’associazione di categoria dell’industria wireless, CTIA, che ha creato un sito Web “Fatti di salute da cellulare” citando la ricerca che non mostra alcun rischio. Tuttavia, se si crede che la FCC stia valutando i rischi per la salute, si sbaglia.

In una recente udienza del senato sul commercio, la FCC ha ammesso che non sono stati condotti o finanziati studi sulla sicurezza 5G dall’agenzia o dall’industria delle telecomunicazioni, e che nessuno è pianificato14,15.

Alla luce degli oltre 2000 studi che mostrano una vasta gamma di danni biologici da campi elettromagnetici, rassicurazioni da parte della FCC e della Food and Drug Administration degli Stati Uniti che affermano che l’esposizione alle radiazioni senza fili, incluso il 5G, è sicura, è quanto meno ingenuo. Come notato in un recente articolo di Counterpunch: 17

“I lobbisti delle telecomunicazioni ci assicurano che le linee guida già in vigore sono adeguate per proteggere il pubblico. Queste linee guida di sicurezza, tuttavia, si basano su uno studio del 1996 su quanto un cellulare abbia riscaldato la testa di un manichino di plastica adulto. per almeno tre ragioni:

• gli organismi viventi sono costituiti da cellule e tessuti altamente complessi e interdipendenti, non di plastica.

• coloro che sono esposti alle radiazioni a radiofrequenza includono feti, bambini, piante e animali selvatici – non solo uomini maschi adulti.

• le frequenze utilizzate nello studio del manichino erano di gran lunga inferiori rispetto alle esposizioni associate al 5G. ”


Quale livello di EMF possono sopportare gli esseri umani?

Molte frequenze dei campi elettromagnetici presentano un impatto biologico importante. Quelle legate ai telefoni cellulari e Wi-Fi, sono aumentate di circa 1 milione di volte negli ultimi 100 anni 18,19. Sfortunatamente, l’esposizione a campi elettromagnetici è così diffusa in questi giorni, che è praticamente impossibile condurre studi di controllo sulla popolazione considerando che tutti più o meno sono esposti. Questa mancanza di un gruppo di controllo rende molto difficile determinare quali siano gli effetti sul mondo reale.

Detto questo, uno studio controllato sull’esposizione a EMF è stato fatto, rivelando che non è neanche lontanamente innocuo come le persone pensano. All’inizio del XX secolo, c’erano due popolazioni negli Stati Uniti: rurali e urbane. Le aree urbane erano generalmente elettrificate, mentre le aree rurali non erano elettrificate fino al 1950 circa.

Il dott. Sam Milham, un epidemiologo, ha analizzato diligentemente le statistiche sulla mortalità tra queste due popolazioni nel tempo, dimostrando chiaramente che c’era una grande differenza nella mortalità per malattie cardiache, cancro e diabete tra questi due gruppi. Poi, mentre le zone rurali si elettrificavano, le due curve si fusero.

Oggi, non viviamo e lavoriamo solo in ambienti elettrificati, siamo anche circondati da microonde da tecnologie wireless. Presto, il 5G sarà aggiunto al mix, rendendo le esposizioni ancora più complesse e potenzialmente dannose. Come notato da Counterpunch: 20

“Le radiazioni a radiofrequenza (RF) 5G utilizzano un” cocktail “di tre tipi di radiazioni, che vanno da onde radio a energia relativamente bassa, radiazioni a microonde con molta più energia e onde millimetriche con molta più energia …

Le frequenze estremamente alte del 5G sono il pericolo maggiore. Mentre le frequenze 4G arrivano fino a 6 GHz, il 5G espone la vita biologica a segnali pulsati nell’intervallo da 30 GHz a 100 GHz. Il pubblico non è mai stato esposto a frequenze così alte per lunghi periodi di tempo. “

Preoccupazioni per la salute legate all’esposizione 5G

La preoccupazione per il 5G è l’aggiunta dell’onda millimetrica (MMW). Questa larghezza di banda, che va da 30 gigahertz (GHz) a 300 GHz, 21 è nota per penetrare fino a 2 millimetri nel tessuto cutaneo umano 22,23, causando una sensazione di bruciore.

Questo è esattamente il motivo per cui MMW è stato scelto per l’uso nelle armi di controllo della folla (Active Denial Systems) dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. La MMW viene anche utilizzata nei cosiddetti “scanner a corpo nudo” negli aeroporti 25.

La ricerca ha dimostrato che i dotti del sudore nella pelle umana agiscono come recettori o antenne per la radiazione 5G, attirando la radiazione nel corpo, 26,27,28,29,30 provocando così un aumento della temperatura. Questo in parte aiuta a spiegare l’effetto doloroso. Come notato dal Dr. Yael Stein – che ha studiato la tecnologia MMG 5G e la sua interazione con il corpo umano – in una lettera del 2016 alla Federal Communications Commission: 31

“Le simulazioni al computer hanno dimostrato che le ghiandole sudoripare concentrano le onde sub-terahertz nella pelle umana.Gli umani potrebbero percepire queste onde come calore. L’uso della tecnologia di comunicazione sub-terahertz (onde millimetriche) (telefoni cellulari, Wi-Fi, antenne) potrebbe causare agli esseri umani percezione di dolore fisico attraverso i nocicettori.

Potenzialmente, se il Wi-Fi 5G è diffuso nel pubblico dominio potremmo aspettarci  maggiori effetti sulla salute rispetto a quelli attualmente osservati con frequenze RF / microonde inclusi molti più casi di ipersensibilità (EHS), così come molte nuove denunce di dolore fisico e ancora varietà sconosciuta di disturbi neurologici.

Sarà possibile mostrare una relazione causale tra la tecnologia G5 e questi specifici effetti sulla salute. Le persone affette possono avere diritto a risarcimento. “

MMW è stato anche collegato a: 32,33,34,35,36

  • • Problemi agli occhi come opacità del cristallino nei ratti, che è collegato alla produzione di cataratta, 37 e danni agli occhi nei conigli 38,39
  • • Variabilità della frequenza cardiaca, un indicatore di stress, nei ratti 40,41,42 e variazioni della frequenza cardiaca (aritmie) nelle rane 43,44
  • • Dolore 45

• Funzione immunitaria soppressa 46

• Crescita ridotta e aumento della resistenza agli antibiotici nei batteri 47

Come notato in un recente articolo su Gaia.com: 48

“Molti scienziati capiscono che le radiazioni elettromagnetiche che sfuggono attraverso le porte dei nostri forni a microonde sono cancerogene e quindi possono causare il cancro, ma la maggior parte di loro ritiene che queste onde siano mutagene, il che significa che cambiano la struttura del DNA degli esseri viventi.

Il lancio del 5G sarà simile all’accensione del microonde, aprendo la porta e lasciandolo acceso per il resto della vita. C’è una buona ragione per cui centinaia di scienziati stanno prendendo provvedimenti contro il settore wireless “.

Comprendere i meccanismi dannosi dei campi elettromagnetici

Come spiegato dal professor Pall, professore emerito di biochimica e scienze mediche di base presso la Washington State University, il principale pericolo dei campi elettromagnetici in generale è che provoca uno stress ossidativo eccessivo causando disfunzione mitocondriale.

Secondo la ricerca di Pall, 50,51,52,53 radiazioni a microonde a radiofrequenza come quella del cellulare e router wireless attivano i canali di calcio voltaggio-dipendenti (VGCC) situati nella membrana esterna delle cellule.

Secondo Pall, i VGCC sono 7,2 milioni di volte più sensibili alle radiazioni a microonde rispetto alle particelle cariche all’interno e all’esterno delle nostre cellule, il che significa che gli standard di sicurezza per questa esposizione sono fuori di un fattore di 7,2 milioni.

La radiazione a microonde a bassa frequenza apre i VGCC, consentendo in tal modo un anormale afflusso di ioni di calcio nella cellula, che a sua volta attiva ossido nitrico (NO) e superossido che reagiscono quasi istantaneamente a formare perossinitrito 54 che causa quindi radicali liberi carbonati, la più reattiva specie di azoto reattivo conosciuta e ritenuta una causa di molte delle attuali malattie croniche.

Uno dei rischi più significativi del perossinitrito è che danneggia il DNA. Lo studio European REFLEX pubblicato nel 2004 ha rivelato che gli effetti non termici delle radiazioni 2G e 3G sono in realtà molto simili agli effetti dei raggi X in termini di danno genetico 56.

Il cancro non è il principale rischio da campi elettromagnetici

Il voltaggio del corpo, invece, sembra giocare un ruolo significativo nella salute e nella malattia. La produzione di elettricità del corpo umano consente alle cellule di comunicare ed eseguire le funzioni biologiche di base necessarie per la sopravvivenza. Tuttavia, il corpo è progettato per funzionare a livelli e frequenze molto specifici.

Essere circondati da campi elettromagnetici creati dall’uomo che sono 1 milione di volte più alti rispetto all’ambiente naturale EMF della Terra può interferire con la capacità del DNA di ricevere e trasmettere segnali biologici.

Mentre la controversia sui danni dei campi elettromagnetici si è incentrata sul fatto che possa causare o meno il cancro, in particolare i tumori cerebrali, questa in realtà non è la più grande preoccupazione. Poiché il danno è fortemente legato all’attivazione dei VGCC, è ovvio che le aree in cui i VGCC sono più densi sarebbero più vulnerabili.

Ahimè, la più alta densità di VGCC si trova nel sistema nervoso, nel cervello, nel pacemaker del cuore e nei testicoli maschili. Di conseguenza, i campi elettromagnetici possono contribuire a problemi neurologici e neuropsichiatrici 57, problemi cardiaci e riproduttivi.

Questo include ma non è limitato alle aritmie cardiache, ansia, depressione, autismo, morbo di Alzheimer e infertilità. In effetti, questo è ciò che i ricercatori continuano a trovare, e tutti questi problemi di salute sono molto più diffusi e uccidono più persone che il cancro al cervello.

Inoltre, vedendo quanti sono già alle prese con l’ipersensibilità elettromagnetica, saturando le città e le aree suburbane con le radiazioni MMW il problema sarà senza dubbio più diffuso e renderebbe la vita insopportabile per chi già sente gli effetti delle radiazioni wireless.

Il più recente stratagemma dei media per tralasciare le preoccupazioni 5G: incolpare i russi

In un recente articolo di Medium 58, Devra Davis, Ph.D. – un ricercatore rispettato e con alte credenziali sui pericoli delle radiazioni dei cellulari – mette in evidenza una recente tendenza dei media: annotare gli scienziati che avvertono dei pericoli 5G come “allarmisti senza legami … legati alla propaganda russa”.

“Potrebbe essere una coincidenza che seguendo la storia del New York Times, il Wall Street Journal e il Telegraph inglese abbiano fatto eco alla stessa macchia di colpevolezza dell’associazione”, scrive, aggiungendo: “Queste fonti di informazione altrimenti credibili ignorano il corpus sostanziale della scienza che identifica i rischi delle radiazioni senza fili e 5G dettagliati nelle indagini giornalistiche indipendenti che sono apparse estesamente sui media in tutta Europa e sono state coperte da reti importanti … L’incapacità di segnalare questi problemi 5G critici e correggere le informazioni fuorvianti riguardanti gli effetti sulla salute di wireless e 5G nel New York Times ha nulla a che fare con la loro nuova joint venture con Verizon nel giornalismo 5G, o il fatto che il consiglio di amministrazione di Times include funzionari di Facebook, Verizon, Media Lab e altri sostenitori del settore delle telecomunicazioni, mentre Carlos Slim, a capo di alcune delle più grandi aziende di telecomunicazioni del mondo, ha ridimensionato e ora possiede solo il 15% delle sue scorte ? “

Davis sottolinea anche chiaramente la differenza tra le competenze scientifiche americane e quelle russe nei confronti dei campi elettromagnetici:

“La storia della ricerca sugli impatti sulla salute pubblica e ambientale delle radiazioni a microonde a radiofrequenza (” radiazioni senza fili “) rivela alcuni paralleli non facili come quelli del tabacco.

Negli anni ‘50 e ‘60, gli scienziati che hanno dimostrato gli effetti nocivi del tabacco si sono trovati a lottare per una seria attenzione e sostegno finanziario. La validità delle loro opinioni è stata accettata solo dopo che il bilancio delle malattie e della morte era diventato innegabile.

Per gli impatti sulla salute derivanti dalle radiazioni wireless, sta emergendo un modello simile. Ogni volta che un’agenzia governativa degli Stati Uniti ha prodotto risultati positivi, le ricerche sugli impatti sulla salute sono state eliminate.

L’Ufficio per la ricerca navale, l’Istituto nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro, il Dipartimento per la salute, l’istruzione e il benessere e l’Agenzia per la protezione dell’ambiente, un tempo avevano programmi di ricerca vivaci che documentavano i pericoli delle radiazioni senza fili. Tutti hanno trovato i loro programmi rottamati, riflettendo la pressione di coloro che cercavano di sopprimere questo lavoro.

I 50 anni di ricerca russa sulle radiazioni elettromagnetiche dalla Guerra Fredda in poi, hanno portato alla loro chiara comprensione che questa esposizione ha effetti biologici. Il Comitato nazionale russo per la protezione dalle radiazioni non ionizzanti ha emanato una Risoluzione nel 2011 raccomandando che gli individui di età inferiore ai 18 anni non usino un telefono cellulare 60. “

Il rischio di cancro al cervello è probabilmente reale

Mentre le malattie cardiache, la demenza e l’infertilità oscurano il rischio di cancro al cervello, la possibilità di cancro però rimane ancora, e potrebbe essere una preoccupazione molto più significativa per i bambini che crescono circondati da tecnologie wireless, di quanto pensiamo.

Il fatto è che non sapremo con certezza se in utero e l’uso precoce del cellulare aumenteranno i tassi di cancro al cervello almeno fino a un decennio o due quando i giovani di oggi saranno cresciuti. La ricerca suggerisce che le radiazioni da cellulare influenzi certamente il rischio, e ci sono una serie di resoconti aneddotici irresistibili che sono difficili da ignorare.

Nel suo articolo, 61 Davis menziona Robert C. Kane, un ingegnere delle telecomunicazioni senior “aveva volentieri servito come cavia per Motorola e altre società che sviluppavano nuove tecnologie wireless negli anni ‘80″.

Ha sviluppato un tipo di cancro al cervello maligno che il National Toxicology Program ha successivamente confermato essere un effetto collaterale dell’esposizione alle radiazioni da cellulari. I risultati degli NTP sono stati pubblicati nel 2018. Prima della sua morte, nel 2002, Kane ha pubblicato il libro “Radiazione cellulare – Roulette russa” 62 , in cui affermava che: 63 “Mai nella storia umana c’è stata una pratica, come quella in cui ora ci imbattiamo, di marketing e distribuzione di prodotti ostili al sistema biologico umano da parte di un’industria che ne conosce gli effetti”.