Uno studio rivela come il declino cognitivo può essere invertito

RIASSUNTO

  • · • Un recente studio clinico su100 pazienti con diagnosi di declino cognitivo, che utilizza il protocollo ReCODE, mostra miglioramenti sia soggettivi che oggettivi in tutti i partecipanti
  • · • Il protocollo ReCODE, che prevede l’identificazione dei fattori che determinano il declino cognitivo (come agenti patogeni, tossine e cambiamenti metabolici), poi la valutazione di quelli in un programma personalizzato che include cambiamenti nella dieta e nello stile di vita, consente al cervello di creare e mantenere nuovamente le sinapsi, trattando così la radice del problema
  • · • Un segno distintivo di malattie neurodegenerative come l’Alzheimer è che le proteine sono aggregate e in genere mal ripiegate

• Inducendo la chetosi, migliorando la sensibilità all’insulina e supportando i mitocondri, è spesso possibile riguadagnare la capacità di ripiegare o proteolizzare le proteine mal ripiegate

• Le esposizioni ai campi elettromagnetici, come quelli da telefoni cellulari e Wi-Fi, possono svolgere un ruolo importante nell’Alzheimer, poiché innesca elevate quantità di stress ossidativo e danni alle proteine e al DNA.

Alz.org, 2019 Disease Facts and Figures

  • CNN June 8, 2015
  • Nature 2014: 20; 415-418
  • CDC.gov Leading causes of death in the US
  • Neurology March 5, 2014; 82(12)
  • AHNP Precision Health ReCODE, The Bredesen Protocol
  • Journal of Alzheimers Disease & Parkinsonism 2018; 8(5): 450
  • Rezilir Health LLC, 100 Case reports for the reversal of cognitive decline
  • Alzforum July 12, 2019
  • KetoCoachX.com