Come aumentare o ridurre il rischio di demenza attraverso la dieta

• Una dieta chetogenica ricca di grassi, moderata in proteine ​​e povera di carboidrati è fondamentale per prevenire la degenerazione che può portare all’Alzheimer. Le diete ricche di carboidrati hanno dimostrato di aumentare il rischio di demenza dell’89% mentre le diete ricche in grassi lo riducono del 44%

• Altre ricerche evidenziano l’importanza di una dieta ricca di flavonoidi – antiossidanti presenti in frutta, verdura e tè. Coloro che hanno ricevuto la più alta quantità di flavonoidi hanno avuto un rischio inferiore del 48% di sviluppare l’Alzheimer rispetto a quelli che hanno ricevuto la più bassa

• Bere tè tre o più volte a settimana riduce anche il rischio di malattie cardiovascolari e mortalità per tutte le cause. Un bevitore di tè abituale di 50 anni svilupperebbe malattie cardiache e / o ebbe un ictus 1,41 anni dopo rispetto a qualcuno che lo beve meno frequentemente e vivrebbe 1,26 anni più a lungo

• Le diete ricche in grassi trans, zucchero raffinato, cereali e oli vegetali trasformati, nonché un colesterolo insufficiente, aumentano il rischio di demenza

• Le diete ricche di grassi trans possono aumentare il rischio di demenza dal 52% al 74%. I più grandi colpevoli dietetici includono pasticcini, margarina, caramelle, cornetti, creme non alimentari, gelati e torte di riso