Glucosinolati unici trovati nella Moringa

• I glucosinolati sono composti fitochimici che si trovano nelle verdure crucifere e nella Moringa, una pianta riconosciuta da secoli per i suoi scopi medicinali

• I glucosinolati vengono metabolizzati in isotiocianati bioattivi. L’isotiocianato principale della Moringa è la moringina. Come il sulforafano nei broccoli, la moringina ha potenti effetti antibatterici, antinfiammatori e antitumorali

• I ricercatori hanno recentemente scoperto un nuovo tipo di glucosinolato in forme selvatiche di Moringa oleifera soprannominato 4GBGS. Anche le forme domestiche di Moringa oleifera, o quelle coltivate specificamente per il consumo umano, avevano alcuni livelli di 4GBGS, ma in concentrazioni molto più basse

• La Moringa contiene anche tutti e nove gli amminoacidi essenziali e ha dimostrato di abbassare la pressione sanguigna, modulare la funzione immunitaria e proteggere la salute dei nostri organi

• Le foglie di Moringa sono spesso disponibili sotto forma di polvere essiccata che può essere usata per preparare il tè o aggiungere ai frullati