L’Artemisinina inibisce SARS-CoV-2

Un trattamento antimalarico a base della pianta Artemisia annua (Sweet Wormwood) si mostra promettente come trattamento COVID-19

• Il farmaco artesunato – che contiene due composti presenti nell’Artemisia annua: artemisinina e diidroartemisinina – è un trattamento di prima linea per la malaria

• In un recente studio in vitro, sia il pretrattamento che il trattamento con estratti di artemisinina, artemisinina sintetica e il farmaco artesunato sono stati in grado di inibire l’infezione da SARS-CoV-2. Tuttavia, l’artesunato era il più potente in termini di trattamento e da un punto di vista clinico potrebbe essere l’unico che valesse la pena perseguire

• Il meccanismo d’azione di Artesunato contro SARS-CoV-2 è ancora sconosciuto, ma l’artemisinina ha un’attività antivirale confermata

• L’Organizzazione Mondiale della Sanità si è pronunciata contro i prodotti a base di artemisinina, avvertendo che il loro uso può sostenere ceppi di parassiti della malaria resistenti ai farmaci. Per questo motivo, le persone che vivono in aree a rischio di malaria dovrebbero essere caute nell’usare questo rimedio vegetale

University of Kentucky August 11, 2020