Una spezia costosa sorprendentemente efficace per l’Alzheimer

• Studi su animali e di laboratorio dimostrano che lo zafferano è neuroprotettivo; i dati mostrano anche che è efficace quanto la memantina nel trattamento della malattia di Alzheimer da moderata a grave

• Il composto bioattivo crocina inibisce la formazione e l’aggregazione di grovigli e placche amiloidi, segni caratteristici della malattia di Alzheimer

• Lo zafferano riduce anche la glicemia e migliora la sensibilità all’insulina, uno dei fattori scatenanti del morbo di Alzheimer, chiamato anche diabete di tipo 3

• Considerare l’utilizzo di altre strategie protettive per ridurre il rischio di malattia di Alzheimer, compreso seguire una dieta chetogenica ciclica con digiuno intermittente, evitare tutti gli alimenti trasformati e lo zucchero, consumare verdure crocifere nella dieta quotidiana e prendersi cura della salute dell’intestino

Human Psychopharmacology, 2014;29(4)

In Search of Yummy-ness, March 19, 2018

Healthyish, February 5, 2018

Nature Reviews in Neurology, 2018;14:168

The Lancet Neurology, 2020;19(9)

Journal of Alzheimer’s Disease,2018;62(4):1803

Molecular Nutrition and Food Research 2018;62(12)