I farmaci per l’artrite causano il cancro?

La Food and Drug Administration degli STATI UNITI (FDA) sta studiando se quattro farmaci usati per trattare l’artrite reumatoide ed altre malattie del sistema immunitario potrebbero aumentare il rischio di cancro nei bambini.

La FDA ha ricevuto rapporti su 30 casi di cancro fra i bambini e i giovani adulti curati con farmaci. L’agenzia non ha dichiarato chiaramente quanti bambini avevano preso i farmaci.

I farmaci in questione sono:

1. Enbrel, venduto da Amgen e Wyeth
2. Remicade, venduto da Johnson & Johnson e Schering-Plough
3. Humira, venduto da Abbott Laboratories
4. Cimzia, venduto dall’azienda belga UCB

Tutte i farmaci bloccano una proteina denominata fattore di necrosi tumorale (TNF) e quindi sono conosciute come TNF-bloccanti. Sono usate per trattare non soltanto l’artrite reumatoide ma anche la psoriasi, il morbo di Crohn e altre malattie auto-immuni.

Poiché i farmaci bloccano parte del sistema immunitario, è da tempo risaputo che potrebbero contribuire ad aumentare il rischio di cancro e infezioni. Le etichette dei farmaci contengono avvertimenti di questo tipo, compreso avvertire circa un rischio per linfomi, che sono tumori delle cellule del sistema immunitario.

Fra gli adulti, nel frattempo, uno studio ha trovato che quelli in cura con Humira o Remicade per artrite reumatoide avevano un tasso di cancro 2.4 volte superiore a quelli del gruppo di controllo.

New York Times 5  Giugno, 2008

Commento:

L’ artrite reumatoide può essere una malattia devastante in cui il corpo comincia ad autodistruggersi, ma non è necessario aspettare l’FDA per  questi dati sui farmaci sono già conosciuti da tempo.

La maggior parte dei farmaci per l’artrite sono semplicemente  troppo pericolosi per poter essere usati.

Vari studi già avevano collegato Humira e Remicade, adesempio, con:

• Linfoma
• Tubercolosi
• Polmonite
• Tumori gastrointestinali, mammari, polmonari e della pelle

Ciò si sapeva per gli adulti, ma i rischi possono essere maggiori per i bambini, considerando che i farmaci sopprimono il sistema immunitario che non è ancora maturo nei bambini.

Tutto ciò è molto triste perché, in caso di visita reumatologica lo specialista prescriverà questi medicinali immediatamente, come unica opzione. E benchè possano contribuire a migliorare il dolore, a quale prezzo lo stanno facendolo? Le conseguenze “terapeutiche sono il cancro? La tubercolosi? Un tumore polmonare?

Questi sono rischi astronomici!

Tali farmaci non sono l’unica opzione e ciò è qualcosa che la maggior parte dei medici non vi dicono.

Si può rinunciare ai farmaci per l’artrite ed ai loro tremendi effetti secondari con alcune modifiche dello stile di vita. Il  programma  che utilizzo è basato su una revisione del Protocollo Antibiotico del Dott. Brown che ha aiutato migliaia di persone con l’artrite reumatoide ad entrare in remissione.

Il protocollo comprende:

1.Migliorare la dieta usando una combinazione fra dieta senza cereali e tipologia metabolica

2. Ottenere abbondanza di grassi omega-3 prendendo un supplemento di alta qualità come ad esempio l’olio del krill.

3.  Ottenere livelli ottimali di vitamina D e, se necessario, utilizzare un supplemento se non potete ottenere l’esposizione quotidiana al sole. Per la mia esperienza quasi tutti i pazienti con RA hanno bassi livelli di vitamina D

4. Utilizzare  un metodo efficace   per bilanciare lo stress emotivo che è presente nella maggior parte di tutte le malattie autoimmuni come la RA.

5. Fare esercizio fisico quotidiano. Se le articolazioni sono dolenti e delicate, si consigliano tecniche come lo yoga o il Tai Chi.